8 miliardi di euro raccolti in Italia con i Minibond

8 miliardi di euro raccolti in Italia con i Minibond. Dal 2012 a oggi sono stati collocati e quotati all’incirca 200 minibond.

Continua a crescere il mercato dei Minibond, mercato che ha fatto registrare ben 8 miliardi di euro di raccolta negli ultimi 4 anni. I Minibond sono infatti uno strumento relativamente nuovo per il mercato finanziario italiano, dato che sono partiti ufficialmente soltanto nel 2012. Negli ultimi 4 anni però sono cresciuti in maniera costante, anche grazie ai collocamenti di prestiti obbligazionari con rendimenti di molto superiori alla media.

8 miliardi di euro raccolti in Italia con i Minibond

Un trend positivo destinato a continuare

Il mercato sta dunque premiato un settore che, conti alla mano, ha dimostrato di funzionare, anche perché si tratta di un sistema che è doppiamente positivo: da un lato gli investitori ottengono rendimenti molto positivi, dall’altro le aziende che emettono i Minibond hanno la possibilità di svincolarsi dal classico finanziamento bancario, con tutti i problemi che questo comporta.

Dal 2012 ad oggi le emissioni in Italia hanno quasi raggiunto gli 8 miliardi complessivi. Se andiamo a guardare nello specifico il mercato delle piccole e medie imprese si può notare come le emissioni di PMI abbiamo raggiunto gli 1,5 miliardi di euro, numero che però conferma come ci siano ancora enormi margini di crescita per questo settore. Basta infatti confrontare questo dato con quello del classico indebitamento bancario delle nostre PMI, che attualmente è di circa 800 miliardi di euro. Cifra che è destinata inevitabilmente a diminuire, da un lato perché i Minibond stanno offrendo un’alternativa concreta alle piccole e medie aziende, dall’altra perché i parametri delle banche per prestare denaro oggi sono diventati sempre più stringenti.

Per le PMI il termine Minibond è sinonimo di successo

Se guardiamo ai dati europei scopriamo che in Italia il 92% delle imprese è vincolata dal debito bancario, numero che si abbassa all’84% se guardiamo gli altri paesi dell’Unione Europea e addirittura al 55% se focalizziamo l’attenzione sui paesi britannici. Per questo motivo se si guarda al lungo-medio periodo non si può non evidenziare come i Minibond saranno sempre di più la scelta privilegiata delle PMI italiane e non solo, soprattutto per quelle imprese con un fatturato compreso tra i 20 e i 120 milioni di euro annui e che operano in maniera privilegiata nel settore manifatturiero e dei servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 7 =